Quali sono gli usi medici di Aguamiel?

L’agave è un genere di pianta perenne e succulenta della famiglia delle Agavaceae ed è originaria delle regioni semi-aride degli Stati Uniti sudoccidentali, del Messico e dell’America centrale e meridionale. Il suo nettare, o aguamoel, è stato usato per centinaia di anni nella medicina tradizionale in particolare come un tonico antibatterico e gastrointestinale. Ha un basso indice glicemico e alcuni diabetici trovano che sia un buon sostituto dello zucchero. Il nettare che viene pressato dalla pianta e riscaldato fino a raggiungere una consistenza simile al miele può essere disponibile nei negozi di alimenti naturali, nei mercati o online.

Questa succulenta disseccante può raggiungere un’altezza di 6-10 piedi (1,8-4,3 metri). Cresce meglio negli Stati Uniti Hardiness Zones 9-11, il che significa che la pianta sopravviverà a temperature fino a 20 ° Fahrenheit (-6,6 ° C). Agave preferisce la piena luce solare e il terreno con un livello di pH compreso tra 6,1-8,5, che è leggermente acido rispetto a quello alcalino. Nel tardo inverno e all’inizio della primavera, la pianta di Agave produce fioriture gialle brillanti. Questa pianta ha spine o bordi molto affilati, quindi chiunque la maneggi dovrebbe indossare guanti e fare attenzione.

Gli antropologi ritengono che l’aguamiel possa essere stato usato dagli Aztechi in America centrale durante il 14 °, il 15 ° e il 16 ° secolo. Gli artefatti suggeriscono che gli Aztechi usassero il nettare per addolcire il cibo. Può anche essere stato mescolato con sale e usato come impiastro per accelerare la guarigione.

I batteri della pelle che producono pus, come lo Staphylococcus aureus, così come i batteri nel tratto intestinale, sembrano morire in presenza dei componenti fitochimici dell’aguamiel. L’azione antibatterica dell’agago sembra aumentare quando viene mescolata con il sale, dando così credito all’utilizzo terapeutico del nettare da parte degli Aztechi. Aguamiel derivato dalle specie di agave blu può essere utile nel trattamento della sindrome dell’intestino irritabile, del morbo di Crohn e della colite ulcerosa, tuttavia è necessario effettuare ulteriori ricerche per verificare queste ipotesi.

Mantenere stabile la glicemia è una preoccupazione primaria per i diabetici. Per aiutarli a fare scelte alimentari migliori, molti diabetici fanno affidamento sull’indice glicemico, che è una misura della velocità con cui i carboidrati aumentano gli zuccheri nel sangue. Più basso è il punteggio dell’indice glicemico, migliore è il cibo per mantenere la glicemia relativamente costante. Aguamiel ha un indice glicemico di 20, che è di circa 50 punti in meno rispetto allo zucchero da tavola. Ciò significa che si romperà lentamente e l’utente non sperimenterà una corsa allo zucchero o un incidente.

Aguamiel viene solitamente venduto in polvere o sciroppo da cui può essere prodotta una tintura o un tè. Lo sciroppo può essere disponibile con amaretto, nocciola o altri aromi aggiunti. I consumatori possono acquistarlo da alimentari locali, negozi di alimenti naturali, mercati alimentari etnici o su Internet.