Quali sono i diversi tipi di metallo stent?

Gli stent, i piccoli tubi utilizzati nelle procedure mediche per aprire arterie o vene ostruite o ristrette, possono essere rivestiti con farmaci o lasciati non rivestiti. Possono essere fatti di tessuto, plastica o metallo. Gli stent metallici non rivestiti fatti di rete metallica sono chiamati stent “bare metal”. Gli stent rivestiti con farmaci sono detti “stent medicati” o “a eluizione di farmaco”.

Un altro termine usato per gli stent rivestiti è “coperto”, mentre gli stent non rivestiti sono definiti “scoperti”. Sia gli stent rivestiti che quelli non rivestiti sono usati per trattare malattie specifiche o condizioni corporee. Gli studi clinici hanno determinato che l’uso di stent a rilascio di farmaco per sbloccare le arterie ha contribuito a ridurre la quantità di reblocking in misura maggiore rispetto all’utilizzo di uno stent metallico non rivestito.

Ogni tipo di stent può essere costruito in diverse forme e dimensioni per un’ampia gamma di usi. Ad esempio, gli stent autoespandenti usati per trattare i tumori dell’esofago hanno la forma di piccoli cilindri. Sono costituiti da file flessibili di tratteggio incrociato che consentono di espandere o contrarre facilmente il cilindro. Gli stent autoespandibili possono essere fatti di plastica o metallo e possono essere a rilascio di farmaco per il trasporto di farmaci chemioterapici.

Un tipo relativamente nuovo di stent metallico non rivestito con rete metallica è coperto con una lega di titanio, che consente allo stent di essere meglio tollerato dal sistema di risposta immunitaria dell’organismo, che viene definito stent “bioattivo”. Un altro tipo di stent a rete metallica, o stent vascolare, può essere rivestito con materiale radioattivo per il trattamento di specifici siti tumorali. Sia lo stent di metallo non rivestito che lo stent a rilascio di farmaco possono essere utilizzati praticamente in qualsiasi parte del corpo, compreso il torace, il torace, l’addome, l’esofago, gli ureteri e altre aree cruciali per sostenere i processi vitali. Gli stent periferici utilizzati per sbloccare o dilatare le vene o le arterie nelle appendici possono anche essere rivestiti o non rivestiti.

Uno stent coronarico è per il trattamento della malattia cardiaca. La procedura di angioplastica è un metodo utilizzato per sbloccare e / o dilatare le arterie nel cuore o nel sistema coronarico. Entrambi gli stent metallici rivestiti con rete metallica e non rivestiti sono stati utilizzati per il trattamento angioplastico. A volte, le lacrime possono svilupparsi nell’aorta e gli stent sono stati utilizzati per riparare queste lacrime o per rafforzare un rivestimento aortico indebolito.

Uno dei principali vantaggi dell’uso di stent, sia a metallo nudo che a eluizione di farmaci, per il trattamento delle patologie cardiache è che aiutano a prevenire il restringimento o il blocco delle arterie coronarie, poiché gli stent rimangono in posizione dopo una procedura di angioplastica. Questo restringimento dopo la riparazione arteriosa è noto come restenosi. In contrasto con uno stent metallico normale, uno stent a rilascio di farmaco contiene un farmaco che aiuta a prevenire i coaguli di sangue che potrebbero bloccare nuovamente un’arteria stentata. Gli stent rivestiti di farmaci aiutano anche a ridurre gli effetti delle reazioni del corpo sugli stent posizionati in modo permanente.