Cos’è una Materia Medica omeopatica?

Una materia medica omeopatica è un tipo di enciclopedia omeopatica che di solito elenca vari rimedi omeopatici e descrive i sintomi e i temperamenti per i quali sono più adatti. Si ritiene che il dott. Samuel Hahnemann, considerato il fondatore dell’omeopatia, abbia sviluppato la prima materia medica omeopatica alla fine del XVIII secolo. Oggi esiste una vasta gamma di tali enciclopedie omeopatiche, la maggior parte redatta da esperti nella pratica dell’omeopatia. Questi volumi in genere elencano il nome e la descrizione di ogni rimedio omeopatico, seguito dai sintomi e dai temperamenti che più spesso indicano l’uso di ogni rimedio. Sono considerati diversi dai repertori omeopatici, che elencano generalmente le condizioni mediche e le loro descrizioni, seguite dai rimedi omeopatici più appropriati.

I professionisti dell’omeopatia possono essere i più qualificati per somministrare rimedi omeopatici efficaci e appropriati, sebbene la maggior parte degli omeopati e dei medici ritenga che possa essere un piccolo danno dalla prescrizione dei propri rimedi omeopatici con l’aiuto di una materia medica omeopatica. Una materia medica omeopatica può aiutare l’utente domestico che desidera beneficiare di trattamenti omeopatici per alleviare i sintomi minori e somministrare il primo soccorso. I trattamenti omeopatici possono essere un’opzione per donne incinte, bambini piccoli e neonati. Una materia medica omeopatica di qualità può aiutare gli operatori sanitari a decidere quali rimedi amministrare in base ai sintomi del paziente, alla costituzione fisica e al temperamento psicologico. Questi testi possono anche offrire informazioni sul dosaggio appropriato e sull’uso dei rimedi omeopatici.

L’omeopatia è considerata un sistema di medicina alternativa che è stato sviluppato nel 1796 da Hahnemann. Hahnemann trovò le pratiche mediche del tempo inefficaci e pericolose. Ha sviluppato la sua teoria della medicina omeopatica sulla base del concetto che i rimedi efficaci possono causare sintomi simili a quelli della malattia che sono destinati a trattare. Questo concetto è noto come “legge dei simili” in omeopatia. Hahnemann riteneva che un rimedio omeopatico capace di produrre, in un paziente sano, un mal di testa, in un paziente ammalato, dovesse essere un rimedio efficace per il mal di testa.

Si ritiene che il sistema omeopatico di cure mediche di Hahnemann abbia goduto di una grande popolarità iniziale nell’Ottocento. Sia i medici che i pazienti hanno preferito i trattamenti omeopatici perché erano spesso molto più facili, più sicuri e più delicati da somministrare rispetto ad alcuni dei trattamenti medici più comuni dell’epoca, come il salasso. I trattamenti omeopatici sono rimasti popolari nel 20 ° secolo, nonostante gli avvertimenti di molti medici che i trattamenti potrebbero essere inefficaci. Molti pazienti trovano che i rimedi omeopatici funzionano per loro. I rimedi omeopatici sono spesso fortemente diluiti e sono considerati generalmente sicuri per l’uso domestico, anche da coloro che non sono formati professionalmente nella pratica dell’omeopatia.