Quali sono i diversi tipi di terapia della colonna vertebrale?

La terapia della colonna vertebrale viene eseguita nei casi in cui un paziente ha subito una lesione della colonna vertebrale o nei casi in cui il paziente sta vivendo il mal di schiena. Questa terapia può avvenire in vari modi. Ad esempio, la terapia vertebrale potrebbe includere la chirurgia, la terapia fisica, la terapia di decompressione, la manipolazione spinale, le iniezioni della colonna vertebrale o i farmaci.

La chirurgia spinale non è sempre eseguita per il mal di schiena, tuttavia, in casi di emergenza o in casi che non rispondono ad altre forme di trattamento della colonna vertebrale, la chirurgia è un’opzione. Ad esempio, discectomia per rimuovere parte di un disco, foramenotomia per alleviare la pressione del nervo o una laminectomia per alleviare la pressione spinale può essere fatto. Inoltre, la chirurgia della fusione spinale per fermare il movimento tra le vertebre o la sostituzione del disco vertebrale sono opzioni chirurgiche per il trattamento dei problemi spinali.

Nei casi di mal di schiena, il fisioterapista potrebbe scegliere di fare una terapia passiva della colonna vertebrale come l’uso di calore o impacchi di ghiaccio. La lofanforesi utilizza una piccola carica elettrica per somministrare farmaci attraverso la pelle, gli ultrasuoni o le unità di stimolazione elettrica transcutanea del nervo (TENS) sono opzioni di trattamento. Oppure, al contrario, il fisioterapista può decidere di lavorare con il paziente per fare stretching, rafforzamento o esercizi aerobici leggeri per aiutare a guarire la colonna vertebrale.

La decompressione è una terapia della colonna vertebrale che decomprime i dischi intervertebrali e comporta il montaggio del paziente con un’imbracatura pelvica e toracica mentre il paziente è disteso su un tavolo computerizzato. Il medico entra nel trattamento di terapia della colonna vertebrale in un pannello computerizzato e quindi il paziente passa attraverso il trattamento. Tipicamente, almeno 20 trattamenti vengono somministrati al paziente entro sette settimane.

La manipolazione spinale include aggiustamenti alla testa, al collo, alle spalle, alla schiena e ai fianchi. Il chiropratico o l’osteopata possono utilizzare varie pressioni come pressione lenta, movimento di torsione o movimento rapido per provocare la guarigione. Inoltre, a volte, il paziente può ricevere calore, corrente elettrica o ultrasuoni per aiutare a rilassare la colonna vertebrale prima delle regolazioni.

Iniezioni della colonna vertebrale sono utilizzate per aiutare a diagnosticare il mal di schiena, tuttavia, le iniezioni spinali per ridurre il dolore potrebbero includere iniezioni come iniezione epidurale di steroidi nella parte bassa della schiena o iniezioni in articolazioni faccette o nelle articolazioni sacro-iliache. Iniezioni epidurali si verificano nello spazio intorno al sacco della colonna vertebrale e le radici nervose per ridurre al minimo il dolore da pressione del disco sui nervi o le iniezioni epidurali si verificano nei casi di stenosi della colonna vertebrale in cui vi è restringimento delle aree in cui i nervi esistono. Le iniezioni articolari o sacro-iliache si verificano se l’articolazione faccolare dell’articolazione sacroiliaca è la ragione per cui si verificano dolore alla schiena, dolore all’anca, dolore ai glutei e dolore alle gambe del paziente.

Il farmaco non impedisce alla colonna vertebrale di degenerare, ma riduce il dolore. Ad esempio, l’aspirina o il paracetamolo possono ridurre il dolore alla schiena minore. I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come l’ibuprofene possono ridurre il mal di schiena bloccando l’infiammazione delle articolazioni. Talvolta vengono prescritti farmaci narcotici per il dolore come morfina o codeina o rilassanti muscolari per ridurre il mal di schiena. Inoltre, a volte vengono prescritti antidepressivi perché anche la stessa reazione chimica che scatena la depressione controlla il percorso del dolore nel cervello.