Quali sono gli usi dello zenzero cristallizzato?

Chiamato anche zenzero candito, lo zenzero cristallizzato è costituito da zucchero, acqua e radice di zenzero. Lo zenzero cristallizzato può essere fatto a casa o acquistato nella sezione spezie della maggior parte dei negozi di alimentari. È usato per cucinare, come spuntino sano o come rimedio a base di erbe. Quando viene usato come rimedio a base di erbe, lo zenzero più spesso tratta molte varietà di mal di stomaco, ma ha anche proprietà anti-infiammatorie e anti-biotiche.

Sebbene qualsiasi tipo di zenzero funzioni per usi medicinali, lo zenzero cristallizzato può essere un’alternativa attraente perché ha un sapore più dolce dello zenzero crudo. Lo zenzero è una radice di abbronzatura dura e leggera originaria dell’Asia. Ha naturalmente un sapore dolce e speziato e un aroma molto particolare.

La creazione di zenzero cristallizzato è solo una questione di sobbollire piccoli cubetti di radice di zenzero nello zucchero e acqua, quindi lanciare con più zucchero fino a rivestire lo zenzero cotto. Una volta asciutto, lo zenzero candito è pronto da mangiare. Lo zenzero cristallizzato viene solitamente masticato e un pezzo di ¼ once (7 grammi) è il dosaggio generale desiderato quando si usa lo zenzero cristallizzato come rimedio erboristico.

Lo zenzero allevia molti tipi di mal di stomaco, dalla nausea generale alla chinetosi. È stato anche dimostrato che riduce la nausea mattutina e aiuta la nausea nei pazienti chemioterapici. La ragione per cui lo zenzero aiuta a trattare i problemi di stomaco è perché funziona per rimuovere il gas intestinale che causa il turbamento.

Inoltre, lo zenzero può avere proprietà antiossidanti. Può anche aiutare chi soffre di artrite reumatoide, poiché agisce come un anti-infiammatorio. Alcuni studi hanno dimostrato che funziona così come molti farmaci anti-infiammatori non steroidei prescritti, ma manca i soliti effetti collaterali.

Come con qualsiasi rimedio a base di erbe, lo zenzero può richiedere fino a due mesi affinché l’utente inizi a vedere i risultati. Un medico dovrebbe sempre essere consultato quando si prende un rimedio a base di erbe, proprio come quando si prende una prescrizione. Troppo zenzero può causare il rilascio di bile dalla cistifellea, causando irritazione. Inoltre, lo zenzero può assottigliare il sangue, quindi la coagulazione può diventare un problema.

Le donne incinte sono particolarmente incoraggiate a consultare i loro medici quando assumono lo zenzero per la nausea mattutina. In genere si raccomanda che non assumano alcun tipo di integratori di zenzero per un periodo prolungato, possibilmente non più lungo di quattro giorni. Dal momento che lo zenzero è solo un’erba, non passa attraverso lo stesso test o approvazione della FDA come fanno i farmaci prodotti. Questa mancanza di test significa che gli effetti di molte erbe, come lo zenzero, sui feti non nati sono sconosciuti.