Quali sono i diversi tipi di procedure di sostituzione del ginocchio?

Esistono diversi tipi di procedure di sostituzione del ginocchio che vengono utilizzate per sostituire tutto o parte del ginocchio. Le procedure di sostituzione del ginocchio non vincolate e parzialmente fissate vengono eseguite su coloro che hanno ancora muscoli e legamenti utilizzabili per sostenere il ginocchio. Una procedura vincolata, a volte indicata come sostituzione del ginocchio provvista di cardini, viene eseguita su pazienti che richiedono la rimozione di tutti i legamenti e muscoli.

Una sostituzione parziale del ginocchio viene in genere eseguita su pazienti affetti da artrite che hanno solo danni in una parte dell’articolazione del ginocchio, mentre l’intervento chirurgico è noto come sostituzione unicondilare. Questi tipi di procedure di sostituzione del ginocchio sono considerati meno invasivi di una sostituzione totale e la riabilitazione richiede in genere solo tre o quattro mesi. Mentre il recupero è spesso più facile con questo intervento chirurgico, molti medici preferiscono una sostituzione totale del ginocchio per evitare la necessità di ulteriori interventi chirurgici in futuro. Anche dopo una sostituzione parziale del ginocchio, è probabile un danno alla parte buona del ginocchio, il che significa che una sostituzione completa del ginocchio potrebbe essere necessaria in seguito.

Una sostituzione totale viene in genere eseguita quando un paziente ha subito una lesione massiccia o l’artrite ha consumato l’intera articolazione del ginocchio. In questa procedura, l’intera rotula viene sostituita con protesi in metallo o polietilene. La terapia fisica è necessaria dopo questi tipi di procedure di sostituzione del ginocchio e la maggior parte dei pazienti può iniziare la terapia alcuni giorni dopo il completamento dell’intervento. Nella maggior parte dei casi, un immobilizzatore del ginocchio dovrà essere indossato per diverse settimane dopo l’intervento. Esistono tre tipi principali di sostituzione totale del ginocchio: non vincolati, semi-vincolati e vincolati.

La chirurgia di sostituzione del ginocchio più comune è una sostituzione non vincolata, una forma di sostituzione totale. Con questo intervento chirurgico, le parti artificiali sono supportate dai legamenti e dai muscoli del paziente stesso. Questa procedura viene eseguita solo su pazienti che hanno poco o nessun danno ai muscoli.

Un intervento chirurgico sostitutivo del ginocchio semi-vincolato viene eseguito su pazienti che hanno ancora una buona quantità di legamenti sani e muscoli nelle loro ginocchia. Solitamente il chirurgo rimuove qualsiasi tessuto danneggiato e utilizza il tessuto sano per il supporto. Gli allegati parziali sono fatti nelle aree in cui vengono rimossi i legamenti.

Quando si verifica un danno grave all’intero ginocchio, inclusi tutti i legamenti e il muscolo, viene eseguita una procedura di sostituzione del ginocchio con o senza cerniere. Il ginocchio viene sostituito con due diversi pezzi artificiali che sono incernierati insieme. Poiché questa procedura si basa interamente su parti artificiali, non tende a durare quanto altri tipi di procedure di sostituzione del ginocchio. Una sostituzione forzata è in genere l’ultima risorsa e viene comunemente utilizzata per coloro che hanno già subito altri tipi di procedure di sostituzione del ginocchio in cui i pezzi artificiali si sono consumati.