Quali sono i trattamenti per un tumore alla testa?

I trattamenti per un tumore alla testa variano a seconda della posizione, delle dimensioni e del tipo di tumore presente. I tumori non cancerosi o benigni generalmente sono trattati con un intervento chirurgico. I tumori maligni o cancerogeni saranno probabilmente trattati con una combinazione di radiazioni, chirurgia e chemioterapia.

Tumori benigni e maligni possono verificarsi in qualsiasi parte della testa compreso il cranio e il tessuto circostante, come i muscoli e la pelle. I tumori che si verificano all’interno del cranio sono generalmente indicati come tumori cerebrali. Alcuni dei tumori della testa più comuni sono i seni paranasali, le orecchie o la cavità nasale. A differenza dei tumori benigni, i tumori maligni possono iniziare nell’area della testa e possono rapidamente infiltrarsi nel cranio e raggiungere il cervello. Un esempio di un tumore alla testa molto aggressivo e invasivo è chiamato glioma.

Un glioma ha origine nel cervello umano da cellule gliali. Queste cellule servono molte funzioni importanti, incluso il supporto e la protezione per i neuroni del cervello. Il tumore può diffondersi rapidamente dai tessuti gliali al cranio e alle aree circostanti. Le neoplasie a cellule squamose sono un altro tipo comune di tumore alla testa. Inizialmente si formano nelle cellule della pelle e successivamente si metastatizzano in altre strutture della testa come muscoli, tessuti molli e ossa.

In entrambi i tipi di neoplasie, la diagnosi precoce è fondamentale per la sopravvivenza a lungo termine. Il primo passo per diagnosticare e trattare un tumore alla testa è con un esame fisico seguito da test diagnostici. Una volta identificata la posizione, le dimensioni e il tipo di tumore, è possibile implementare un piano di trattamento. Condizioni maligne come i gliomi e il carcinoma a cellule squamose sono solitamente trattati con chirurgia, radioterapia e potenti farmaci antitumorali come la chemioterapia.

La chirurgia tradizionale per la rimozione del tumore può essere eseguita con tumori benigni e maligni operabili. I tumori maligni alla testa che si sono diffusi al cervello spesso traggono beneficio dalla neurochirurgia assistita da computer, dalla risonanza magnetica intraoperatoria (iMRI) e dalla mappatura del cervello. La chirurgia cerebrale assistita da computer e l’iMRI comportano entrambi l’uso di apparecchiature di imaging avanzate per rimuovere con precisione il tessuto tumorale. Nella chirurgia della mappatura del cervello, i pazienti sono svegli e rispondono a una serie di domande. Ogni risposta aiuta il chirurgo a determinare quali aree necessitano un intervento chirurgico.

La radiochirurgia viene spesso utilizzata nei casi in cui i tumori maligni della testa non sono utilizzabili a causa delle dimensioni o della posizione. L’intervento prevede alte dosi di radiazioni conformi alla forma del tumore. A differenza della chirurgia convenzionale, la radiochirurgia non è invasiva e richiede meno tempo e denaro. Un altro trattamento essenziale per il cancro è la radioterapia. La radioterapia differisce dalla radiochirurgia erogando dosi più basse di radiazioni nell’arco di settimane.

Farmaci e chemioterapia sono di solito combinati con altre terapie antitumorali maligne sopra menzionate. La chemioterapia funziona prendendo di mira e uccidendo rapidamente le cellule tumorali. Qualcuno con un tumore maligno avanzato o raro è incoraggiato a partecipare a studi clinici. Per partecipare a una sperimentazione di farmaci, i pazienti devono essere idonei allo studio correlato.