Cos’è un’idrocelectomia?

Un’idrocelectomia è spesso indicata come una riparazione di idrocele. È un intervento chirurgico eseguito per correggere un idrocele. Ciò si verifica quando il fluido in eccesso si accumula in un testicolo. Più specificamente, il fluido si accumula in una membrana che circonda i testicoli. La membrana è chiamata tunica vaginale e il fluido è chiamato fluido peritoneale.

L’idrocele si verifica solo nei pazienti di sesso maschile. Un medico può diagnosticare un bambino con un idrocele alla nascita. Anche gli uomini più anziani tendono ad acquisire questa condizione. Il segno più evidente di un idrocele è il gonfiore dello scroto del paziente.

Non tutti gli idroceli richiedono un’idrocelectomia. L’idrocele di un bambino può andare via da solo, di solito dal momento in cui il paziente ha due anni. L’idrocele di un maschio adulto, tuttavia, in genere non si dissipa. Gli adulti con un idrocele richiederanno controlli periodici. Il medico può raccomandare un’idrocelectomia se la condizione interferisce con la circolazione del sangue, si ingrandisce, o se provoca disagio o dolore.

Un’idrocelectomia richiede un’anestesia generale, che renderà il paziente inconscio. A causa dell’anestesia, i pazienti devono generalmente astenersi dal mangiare o bere per almeno sei ore prima dell’intervento. Inoltre, i pazienti devono rivelare integralmente tutte le altre condizioni mediche, allergie e farmaci o integratori che stanno assumendo dal chirurgo. Alcuni farmaci possono aver bisogno di essere interrotto prima dell’intervento, come i farmaci che possono interferire con la coagulazione del sangue.

La procedura esatta dell’idrocelectomia varia leggermente, a seconda che il paziente sia un bambino piccolo o un adulto. Con un bambino, il chirurgo eseguirà una piccola incisione nella piega dell’inguine del paziente. L’incisione su un adulto sarà tipicamente effettuata sullo scroto.

Dopo l’incisione, il chirurgo scaricherà il fluido dall’idrocele. Di solito, il medico rimuove anche tutto o parte del sacco che contiene il liquido peritoneale. Di solito il sito viene chiuso con dei punti.

Un’idrocelectomia è generalmente considerata una procedura minore. La maggior parte dei pazienti può essere dimessa dall’ospedale poche ore dopo l’intervento. In genere, sia i bambini che i pazienti adulti dovrebbero riposare per circa una settimana dopo l’operazione. I pazienti devono riferire al medico per gli appuntamenti di follow-up, in modo che il medico possa controllare l’incisione per una corretta guarigione.

Rischi o complicanze da un idrocelectomia sono rari. Alcuni pazienti possono manifestare una reazione avversa all’anestesia. Altri potrebbero sperimentare un’emorragia eccessiva. In alcuni casi, la fertilità del paziente può essere influenzata negativamente. È anche possibile che un idrocele si riformi e richieda un trattamento successivo.