Cosa succede al rene in mancanza dopo un trapianto di rene?

Quando i medici eseguono un intervento chirurgico di trapianto di reni per sostituire un rene danneggiato o malato, l’organo problematico non viene in genere rimosso dal corpo del paziente. Il nuovo rene, da donatore vivente o deceduto, viene impiantato sotto l’organo originale, nella parte inferiore destra o inferiore sinistra dell’addome del paziente, con connessioni fatte ai vasi sanguigni vicini e alla vescica. Ci sono, tuttavia, casi in cui un rene malato deve essere rimosso.

I chirurghi rimuoveranno un rene malato se il paziente ha una storia di infezioni ripetute, in quanto ciò potrebbe compromettere l’organo trapiantato, o se il paziente ha sofferto di ipertensione incontrollabile causata dai reni originali. Un’altra situazione che potrebbe richiedere la rimozione è quando l’urina si insinua nel rene del paziente, una condizione chiamata reflusso.

Quando i reni buoni vanno male

I reni rimuovono un tipo di rifiuto chiamato urea dal sangue. L’urea viene prodotta quando il cibo contenente proteine ​​viene decomposto dal corpo. I reni, un paio di organi bruno-violacei, si trovano sotto le costole verso il centro della schiena. Potresti sentire dolore ai reni come un dolore sordo, unilaterale alla schiena, spesso accompagnato da febbre e sintomi urinari., Un trapianto può essere raccomandato per le persone con malattia renale allo stadio terminale, una condizione permanente di insufficienza renale che di solito richiede dialisi .